Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or

Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Febbraio 2020 11 - ARCHETIPI ANIMALI IN CULTURA, RELIGIONE E MARKETING

Sin dai primi tempi, l'umanità ha espresso la sua riverenza per il mondo naturale usando gli animali come totem e simboli dei più alti ideali. La fauna della terra è stata usata per esprimere la forza dei sovrani (il leone), la purezza di Dio (l'agnello) e i principi sacri dell'universo (il serpente e l'aquila). I Toltechi e le altre società meso-americane adoravano il serpente alato Quetzalcoatl, un dio che era padrone dei venti e del cielo e il protettore del suo popolo. Nella mitologia greca, il cuoio capelluto di Medusa si contorceva di serpenti vivi, simbolici della sua sovrana saggezza femminile (ma si diceva che uno sguardo a lei trasformasse un uomo in pietra), mentre l'eroe Ercole veniva spesso ritratto con una pelle di leone, che gli dava la bestia astuzia, forza e dominio sul mondo animale.

Anche la tradizione religiosa è piena di riferimenti animali: nella Bibbia, il re Salomone è indicato come il "leone di Giudea", e Gesù è chiamato "l'agnello di Dio". Nella religione indù, le mucche sono ritenute sacre; e ci sono dei animali come Hanuman, il dio scimmia; e Ganesh, il dio elefante. Lo zodiaco e il calendario cinese hanno anche molti animali come simboli.

Le identificazioni culturali con gli animali sono così forti che intere civiltà le hanno prese come simboli. Ad esempio, il potente leone, un simbolo di coraggio, ha rappresentato a lungo l'Inghilterra; e l'operosa ape mellifica, simbolo di immortalità e risurrezione, è stata scelta come emblema sia da Carlo Magno che da Napoleone per rappresentare la Francia.

Forse il simbolo animale più onnipresente di tutti è stato l'aquila, adottata da culture antiche e moderne in tutto il mondo. Questo magnifico uccello è stato associato ai Greci, agli Egiziani, ai Sumeri, agli Ittiti e ai Romani, che lo usavano tutti come emblema per i loro formidabili imperi. L'aquila calva fu anche scelta per rappresentare la potenza e la libertà degli Stati Uniti.

Mentre nella nostra cultura occidentale ci comportiamo come se tutta la natura fosse nostra soggiogare alla nostra volontà - dopo tutto, nel primo libro della Bibbia, agli esseri umani venivano date tutte le creature del pianeta - la maggior parte delle culture indigene vive ancora in armonia con gli animali. Come per tutti i popoli dei nativi americani, i Laika comprendono se stessi come i custodi di tutta la vita e si sforzano di vivere in armonia con la natura e di comunicare direttamente con essa. Gli indigeni americani hanno molte danze animali tradizionali (come quelle di serpenti, aquile e cervi), in cui i partecipanti indossano le pelli degli animali per incarnare il loro spirito in modo che possano muoversi più facilmente nel loro mondo durante caccia o attraverso il viaggio. Evocando lo spirito di quell'animale, incarnano la sua essenza e, indossando la loro pelliccia o piume, sono potenziati dai suoi attributi.

Quando un ballerino indiano Osage indossò un copricapo di bufalo, fu per chiedere il permesso di togliersi la vita da bufalo, nella speranza che l'animale si sarebbe rinnovato con la vita l'anno successivo. L'Osage non cercò di sterminare il bufalo, lo onorarono e rispettarono i suoi poteri meravigliosi. Capirono che potevano essere calpestati con la stessa facilità da queste magnifiche bestie come potevano riuscire a prenderne una durante la caccia.

Vivendo nel rispetto della natura, diventando parte del suo carattere ciclico e comprendendo il loro posto in essa, gli Osage prendevano solo ciò di cui avevano bisogno per il cibo e, a loro volta, le loro risorse venivano rinnovate più e più volte. Nulla avrebbe potuto essere in maggior contrasto con questo dell'arrivo del bianco nell'Ovest americano nel XVIII e XIX secolo: spararono bufali a scopo di lucro e sport e massacrarono milioni di animali, provocando la scomparsa delle grandi mandrie e affrettandosi la fine dello stile di vita naturale di molte tribù indigene.

In questi giorni, nella nostra cultura orientata al commercio, le immagini degli animali sono spesso utilizzate nella pubblicità o come logo aziendale perché rispondiamo intuitivamente al significato degli attributi di ciascun animale. Sappiamo cosa significa il giaguaro quando si tratta di un'auto sportiva: sarà elegante, veloce ed elite, proprio come questo animale è uno dei più veloci e riveriti della giungla. L'autocarro più venduto di Dodge si chiama Ram per implicare che è sicuro su un terreno roccioso.

Ma a parte le immagini archetipiche utilizzate nella pubblicità, la maggior parte di noi ha perso il senso di connessione con tutti tranne gli animali domestici. Il nostro unico contatto con animali selvatici è attraverso guardarli in televisione o osservarli in gabbie allo zoo.

La prossima settimana esamineremo i quattro animali spirituali più importanti della Laika.



Translate »