Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or

Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

2016 Dec 27 -Castaway vs. Custodi

blog-27-12-16-2Gli sciamani nativi americani hanno praticato medicina energetica per oltre cinquemila anni. Alcune persone di medicina credono che il loro lignaggio spirituale si estenda ancora di più. Ricordano storie tramandate da nonna a nipote che parlano di quando la Terra era giovane.

Anche se i primi abitanti delle Americhe avevano una conoscenza astronomica complessa, matematica avanzata e un'architettura sofisticata, la scrittura non si sviluppò mai nelle Americhe come altrove. Gli studiosi hanno trascurato le tradizioni spirituali dei nativi americani in favore di ebraismo, cristianesimo e buddismo, che hanno lasciato tracce scritte. Ad esempio, mentre i teologi occidentali studiano il buddismo da più di due secoli, è stato solo negli ultimi quarant'anni che è emerso un serio interesse nello studio della spiritualità dei nativi americani. Lo studio dello sciamanesimo fu lasciato agli antropologi che, con notevoli eccezioni come Margaret Mead, erano scarsamente addestrati a studiare lo spirito.

La distruzione totale degli indiani nordamericani da parte dei coloni europei ha spinto i nativi americani rimasti in riserve piene di malattie, dove gli anziani custodivano con cura le tradizioni spirituali. Comprensibilmente, sono diventati riluttanti a condividere la loro eredità con i dominatori bianchi. Il indiani in Perù non è andata meglio. I conquistatori spagnoli arrivarono in Perù in cerca di oro e quindi lasciarono inalterate le tradizioni spirituali Inka. Eppure, ciò che i conquistatori trascuravano, i missionari cercarono di cancellare.

La banda sciatta di cercatori d'oro che arrivò nel continente sudamericano portò una serie di credenze incomprensibili al indiani. Il primo era che tutto il cibo del mondo apparteneva al diritto divino degli umani - in particolare gli europei - che erano padroni degli animali e delle piante della Terra. La seconda convinzione era che gli umani non potevano parlare ai fiumi, agli animali, alle montagne o a Dio. E il terzo era che l'umanità doveva aspettare fino alla fine di tutti i tempi prima di assaggiare l'infinito.

Nulla avrebbe potuto sembrare più assurdo per i nativi americani. Mentre gli europei credevano di essere stati scacciati dal mitico giardino dell'Eden, il indiani capito che erano gli amministratori e i custodi del giardino. Parlavano ancora con i fiumi fragorosi e le montagne sussurranti e sentivano ancora la voce di Dio nel vento.

I cronisti spagnoli in Perù scrissero che quando il conquistatore Pizarro incontrò il sovrano Inka Atahualpa, gli consegnò la Bibbia, spiegandogli che questa era la parola di Dio. L'Inka portò il volume all'orecchio, ascoltò attentamente per alcuni istanti, quindi gettò a terra il libro sacro, esclamando: "Che tipo di dio è questo che non parla?"

Oltre al silenzio del dio europeo, i nativi americani erano confusi dal suo genere. I conquistatori portarono con sé una mitologia patriarcale che intimidiva le tradizioni femminili dei nativi americani. Prima dell'arrivo degli spagnoli, la Madre Terra e le sue forme femminili - le grotte, le lagune e altre aperture sulla terra - rappresentavano i principi divini. Gli europei imposero il principio divino maschile: il fallo, o albero della vita.

I campanili della chiesa salirono in cielo. La Terra femminile non era più venerata o rispettata. Gli alberi, gli animali e le foreste erano disponibili per il saccheggio.

Oggi viviamo ancora nella morsa di questa visione del mondo sconnessa. Crediamo che se non respira, non si muove o non cresce, non è vivo. Consideriamo l'energia da fonti come legno, petrolio o carbone come un combustibile che impieghiamo. Nel mondo antico, l'energia era considerata il tessuto vivente dell'Universo. L'energia è stata manifestata dalla creazione.

Forse l'espressione contemporanea più importante di questa convinzione è stata formulata da Albert Einstein quando descrisse la relazione tra energia e materia nella sua equazione E = MC2. In Occidente ci identifichiamo con il lato della materia, che è per natura finito. Lo sciamano si identifica con il lato dell'energia, che è per sua natura infinita.

.



Translate »