Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Ottobre 2019 22 —ENDENZE, TRANSIZIONI E INIZI: PAURA DI MORTE IN ECCESSO

La paura della morte - che si tratti della morte del corpo, di un modo di pensare, di una relazione, di una situazione o di un sogno - deve essere vissuta pienamente e consapevolmente, e quindi superata perché avvenga una crescita nuova e sana. Padroneggiamo la nostra paura della morte quando comprendiamo che la nostra natura è transtemporale (al di fuori del tempo) e immortale, che continua per tutta l'eternità.

La nostra comprensione della nostra natura eterna non può essere meramente intellettuale. Deve essere una consapevolezza viscerale, una conoscenza a livello cellulare. In molte società preagricicole esiste un rito di iniziazione per favorire questa consapevolezza, un incontro simbolico con la morte in cui l'iniziato sperimenta la continuità senza soluzione di continuità della vita oltre l'esistenza fisica. Indipendentemente dal fatto che tu inviti consapevolmente la morte in un rito di iniziazione, dominare la paura della morte è immensamente liberatorio.

A soli 12 anni, Annie era la più giovane malata di cancro con cui avessi mai lavorato. I suoi genitori l'avevano portata a trovarmi nella speranza che One Spirit Medicine potesse invertire il suo cancro al cervello. Avevano provato inutilmente ogni possibile intervento medico e cercavano da me la cura che non avevano trovato da nessun'altra parte. Annie aveva perso tutti i capelli a causa della chemioterapia e sembrava una giovane Buddha sorridente mentre sedeva su una grande sedia di pelle nel mio ufficio.

Spiegai ai genitori di Annie la differenza tra guarigione e cura. Mentre la cura è l'eliminazione dei sintomi, la guarigione funziona a un livello molto più profondo, trattando le cause dello squilibrio che portano alla malattia. E mentre una cura è il risultato ideale di un intervento medico, la guarigione è il prodotto di un viaggio in cui tutti gli aspetti della tua vita vengono trasformati, anche se finisci per morire. Tu porti il ​​tuo sé guarito nella tua prossima vita.

Ho chiesto ai genitori di Annie di sedersi fuori nell'area di attesa in modo da poter stare da sola con lei. Dopo alcuni momenti di chiacchiere, mi disse senza mezzi termini: "Non ho paura". Continuò dicendo che gli angeli venivano da lei ogni notte nei suoi sogni - e persino durante il giorno a volte. Ma i suoi genitori avevano una paura mortale per lei. "Non posso dire loro degli angeli", disse Annie. Ma lei pensava che avrei capito. E l'ho fatto. Ho sentito che i veli tra i mondi si stavano separando per Annie e che il suo spirito si stava preparando per il grande viaggio verso casa. Ma i suoi genitori erano comprensibilmente determinati a fare tutto il possibile per aiutare Annie a vivere, e questo significava cercare di sbarazzarsi del suo cancro portandola da una serie di specialisti e infine, come ultima risorsa, per me.

Sono stato uno sciamano praticante da abbastanza tempo per capire che la morte fa parte della vita. E ho visto che alcune delle mie guarigioni di maggior successo consistevano nell'aiutare i miei clienti a morire in modo pacifico e consapevole. Quindi ho eseguito un Illuminazione su Annie, per aiutare a bilanciare il suo campo di energia e quindi il suo corpo. L'Illuminazione è la pratica di guarigione di base della medicina dell'energia sciamanica, in cui il campo di energia luminosa viene cancellato dalle impronte della malattia per aiutare a mobilitare i sistemi di guarigione del corpo.

I dottori di Annie non le avevano dato molto da vivere. Ma so che la morte è una porta per continuare la vita nel mondo dello Spirito. Ho lavorato sui chakra di Annie, liberandoli dalle energie pesanti che si erano accumulate in essi, aiutando ad alleggerire il suo carico energetico per il grande viaggio che aveva davanti. Mentre giaceva sul mio lettino da trattamento, entrò in un sonno profondo, sebbene il suo corpo si contraesse mentre rilasciava energie legate nei suoi chakra.

Alla fine della nostra sessione, Annie tornò alla sedia di pelle che sembrava quasi ingoiarla, con un sorriso sul viso. "Sto andando bene?" Mi chiese, e sapevamo entrambi di cosa stava parlando. Avevo percepito gli angeli nella stanza mentre facevo l'illuminazione. "Sì", dissi. "Starai bene." E poi mi ha chiesto come poteva aiutare sua madre e suo padre. "Hanno davvero paura", ha detto. Sono sempre sbalordito dalla saggezza di così tanti bambini e altrettanto sbalordito dalla mancanza di saggezza in così tanti adulti.

Quando i genitori di Annie tornarono nella stanza, trovarono entrambi sorridenti. Dissi loro quale grande lavoro avevano fatto loro figlia. Ho suggerito di eliminare tutto il glutine dalla dieta di Annie, nonché zucchero, latticini e tutti i possibili allergeni. Quindi le ho raccomandato di assumere quotidianamente acidi grassi omega-3 per aiutare a ricostruire le regioni del cervello che erano state danneggiate dalla chemioterapia. In nessun momento è più importante avere il cervello intero di quando stai arrivando alla fine della tua vita. L'apparato neurale deve essere nel miglior ordine di lavoro possibile per poter passare consapevolmente nel mondo dello Spirito.

Ho saputo che Annie è morta qualche mese dopo con un sorriso sul viso, tra le braccia dei suoi angeli.



Translate »