PRENOTA UNA CONSULENZA ACCADEMICA

Luglio 2019 09 —ESPERIMENTO FALLITO DI INKARI

La scorsa settimana ho scritto su leggenda di Inkari, come mi ha detto il mio mentore, Don Manuel.

Inkari e il suo compagno Collari erano la madre e il padre della nazione Inka. Quando arrivarono nella fertile Valle Sacra, era già densamente popolata. Inkari promise ai capi che non avrebbero preso le loro terre, che le montagne avrebbero fornito il loro grano. Così, gli Inka iniziarono a terrazzare i lati delle colline. Hanno costruito canali di irrigazione per innaffiare le terrazze e hanno preparato terreni che assorbivano l'umidità per innaffiare le piante dalle loro radici.

Sono stato toccato dall'affermazione di Don Manuel secondo cui l'esperimento di Inkari era fallito. Sapevo che Inka Nation ai suoi inizi era un grande integratore. Hanno assimilato i vari vicini in guerra, rispettando le loro usanze e onorando le loro divinità locali. Tuttavia, dopo la morte del grande Inka Pachakuti, il grande architetto di Machu Picchu, l'Inka divenne sempre più militarista e deciso a conquistare.

Il loro potere militare aiutò gli Inka a diventare i sovrani indiscussi di un regno vasto e ricco, fino all'arrivo dei conquistadores. In pochi anni, pistole spagnole, cavalli, uomini corazzati e lame d'acciaio decimarono il più grande impero che le Americhe abbiano conosciuto. Avevo letto della Conquista spagnola, ma non avevo mai sentito l'opinione del Q'ero. La storia è scritta dai vincitori, non dai vinti. Quindi la prospettiva di Don Manuel era nuova e profonda per me.

L'esperimento dell'uomo-dio era fallito. L'avidità e l'esercito avrebbero potuto eclissare il principio fondante della generosità. Eppure Inkari sarebbe tornato. Ci sarebbe una seconda possibilità. E il Q'ero, i protettori della saggezza e i custodi della profezia, avevano un ruolo da svolgere in questo.

Mi sono rivolto a Don Manuel e ho chiesto: "Quindi la ragione del tuo popolo per essere è quella di fornire l'allevamento per la nascita di Inkari?"

"No", rispose. “Inkari potrebbe nascere ovunque, anche da una madre americana. Potrebbe persino essere tuo figlio. Abbiamo semplicemente la saggezza di Ayni, di generosità, di omaggio. Questo è ciò che permetterà al nuovo Impero dei Figli della Luce di sorgere e segnare l'inizio di un millennio di oro e pace sulla Terra. "

Francamente, non mi piaceva sentirlo. Sembrava un po 'troppo messianico, troppo simile al dogma cristiano con cui ero stato cresciuto, annunciando la seconda venuta di Cristo e stabilendo il regno dei cieli sulla Terra, insieme alla messa al bando delle forze delle tenebre da parte di legioni di angeli con spade fiammeggianti . Eppure so che don Manuel non era stato esposto al dogma cristiano e non era mai stato all'interno di una chiesa.

“Non stiamo aspettando che nasca un bambino, ma che una persona diventi come un dio. Ciò richiede che tu sia un perfetto ayni, che l'universo rifletta perfettamente la condizione del tuo amore, delle tue azioni e del tuo intento. Che pratichi il grande omaggio, che non ti attacchi a nulla, nemmeno al tuo nome o alle tue idee su chi sei e cosa possiedi.

"Ad esempio", ha continuato, "hai tutto ciò che un uomo può desiderare. Hai scarpe, una casa, persino un'auto e soldi. Hai un titolo di dottore e le persone ti rispettano per questo. "

Abbassò lo sguardo sui miei fantastici stivali da trekking in pelle e poi di nuovo su sandali e piedi nudi. Indossava questi sandali d'inverno e d'estate, al caldo e al freddo.

"D'altra parte", ha detto, "non possiedo nulla, ma ho le Ande innevate e le fertili vallate. Appartengo a loro e immagino che appartengano anche a me. Ma non li possiedo. Qui è dove l'esperimento di Inkari è crollato. Gli Inka volevano possedere la gente e la terra, persino le loro storie e i loro dei ”.

"Qual è l'esperimento?" Ho chiesto. "Quello che ha fallito nell'Impero Inka?"

“È l'esperimento di k'anchaypa wawankuna, i figli della luce. Vedi, il primo Inka è iniziato bene. Quindi furono sedotti dal potere. Hanno smesso di dare e hanno iniziato a prendere. Hanno preso le terre delle persone, i loro giovani sono stati arruolati con forza negli eserciti Inka, le giovani donne sono state portate dalle loro famiglie ai templi come servitori. "

Ha continuato: “Si sono chiamati figli della Luce ma hanno dimenticato che la luce sta dando tutto. Non chiede nulla in cambio. Riscalda sia i ricchi che i poveri. Ogni mattina il sole sorge fedelmente ed è la fonte della vita delle nostre piante. Quando mettiamo un tronco nel fuoco, liberiamo la luce del sole che è intrappolata nel tronco e nei rami di quell'albero. Ogni stagione, un po 'più di luce viene immagazzinata in ogni albero man mano che cresce forte.

“Con gli uomini è diverso. Gli uomini nascono pieni di una luce celeste. Ma più invecchiano, più diminuisce la loro luce, fino a quando non sono raggrinziti e grigi e hanno poca luce. E poi si spengono come una candela che si è completamente bruciata.

"E poi tornano in un'altra occasione e hanno la possibilità di sistemare le cose."

.



Translate »