PRENOTA UNA CONSULENZA ACCADEMICA

Gennaio 2021 19 —Unità e riduzione delle proteine ​​in eccesso nel nostro cibo

Al centro del mio programma Grow a New Body c'è un nuovo modo di pensare a ciò che mangi e quando mangiarlo. In un recente blog ho menzionato come lo zucchero influenzi la porta tra noi e la matrice invisibile. In questo blog affrontiamo il secondo ostacolo alla matrice invisibile: proteine ​​in eccesso.

So che dirti di diminuire l'assunzione di proteine ​​è contrario alle nostre attuali credenze popolari sui nostri bisogni proteici, ma resta con me. Anni fa, ero un fervente sostenitore della limitazione dei carboidrati. Ora che sono emerse nuove ricerche e ho sperimentato personalmente i vantaggi di limitare l'assunzione di proteine, sono convinto che mangiare meno proteine ​​sia la chiave per la crescita di un nuovo corpo e per sostenere la salute e la longevità. Credo che molte persone a dieta Paleo si espongano a un aumentato rischio di cancro e malattie degenerative a causa dell'eccessiva assunzione di proteine.

E credo che diminuire la nostra assunzione di proteine, insieme all'assunzione di zuccheri, aprirà quella porta tra noi e la matrice invisibile. Nella nostra ricerca per l'esplorazione scientifica dell'universo, abbiamo dimenticato l'esplorazione personale del regno invisibile della mente e ciò che possiamo trovare lì. In Occidente usiamo la nostra mente per studiare la natura, per esplorare la matematica, ma abbiamo trascurato di usare la mente per studiare la mente. Quando rivolgi la mente all'interno per studiare se stessa, trovi pace e libertà dalla sofferenza che esiste nel mondo materiale. Trovi la saggezza che infonde tutta la creazione. Proprio come il microscopio è lo strumento per studiare il molto piccolo, la mente è lo strumento per studiare il mondo invisibile. Ma se il mondo invisibile è così meraviglioso, perché non passiamo tutto il nostro tempo lì?

I saggi affermano che la ragione per cui siamo nati in un corpo nel mondo fisico è evolversi e crescere, acquisire maturità e saggezza. Per usare una metafora della fisica, quando siamo incarnati, siamo come un fotone nello stato di una particella; mentre nel mondo invisibile, siamo come un fotone in uno stato di campo. Lo stato delle particelle è la nostra natura "locale": carne e sangue, seduto su un divano a leggere. Lo stato di campo è la nostra natura "non locale", in cui ci estendiamo fino ai confini più lontani dell'universo e siamo tutt'uno con tutte le cose. Quando moriamo e lasciamo questo corpo alle spalle, torniamo alla nostra natura non locale, al nostro stato di campo, all'Unità invisibile. Ma i saggi di una volta hanno imparato a sperimentare il loro campo senza morire, a gustare l'Unità mentre erano ancora nel mondo.

Il nostro stato di campo, quello in cui abitiamo tra le nascite, comprende tutta la creazione. Il campo è inconsistente: non abbiamo abbastanza sostanza per contenere la nostra consapevolezza. Gli antichi Maya chiamavano la coscienza richiesta per sperimentare questo stato di Unità il "corpo di giaguaro". I giaguaro-sciamani erano individui che avevano sconfitto la morte e sviluppato la consapevolezza del loro stato di campo infinito, e riportarono questa saggezza ai loro re. Questo è il motivo per cui il giaguaro è un simbolo così potente in tutte le Americhe. Il felino rappresenta il viaggio oltre la morte, esplorando lo stato di onniscienza sul campo e tornando allo stato incarnato dei vivi. Dopo aver acquisito la saggezza del giaguaro, comprendiamo che abbiamo il potere di cambiare il nostro modo di pensare e quello che mangiamo per sbloccare la porta tra noi e il mondo invisibile. 

Come sceglierai di ridurre le proteine ​​nella tua dieta oggi?



Translate »