Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Novembre 2018 21 —La pratica del tempo di padronanza

La pratica del Mastering Time è la prima lezione di La via del saggio. The Way of the Sage, a sua volta, è uno dei quattro insegnamenti di saggezza conosciuti come The Four Insights: insegnamenti di saggezza a lungo protetti da società segrete di Earthkeepers. Gli uomini e le donne della medicina antica usavano la loro padronanza delle intuizioni per curare le malattie, eliminare la sofferenza emotiva e far crescere nuovi corpi che invecchiano e muoiono in modo diverso. Nei post precedenti del blog, abbiamo trattato le pratiche di First Insight: La via dell'eroe, la seconda intuizione: La via del guerriero luminoso ()e la terza intuizione: La via del veggente.

In Occidente, ci è stato insegnato questo a che ora scorre in una sola direzione, che il futuro è sempre davanti a noi e il passato è sempre dietro di noi. Questo è il tempo monocronico, che scorre in modo lineare, andando al suo piccolo ritmo di giorno in giorno. Ma il tempo non vola solo come una freccia; gira anche come una ruota. Ecco perché il tempo non lineare, o tempo policronico, è considerato sacro. Qui il futuro si insinua nel presente per evocarci e possiamo cambiare gli eventi che si sono già verificati.

Il principale principio operativo del tempo lineare è la causalità, o causa ed effetto, che è la base della scienza moderna: questo accade e quindi accade. La causalità significa che il passato si riversa sempre e informa il presente. Crediamo di essere un casino oggi perché i nostri genitori non si nutrivano abbastanza quando eravamo bambini o perché veniamo da una lunga serie di persone disfunzionali. Ma quando percepiamo il tempo come girare come una ruota, il principale

principio di funzionamento è la sincronicità o il verificarsi fortuito di eventi. Ciò che chiamiamo coincidenza o caso è un principio operativo tanto importante quanto la causalità.

I Laika credono che il verificarsi accidentale di eventi, come due persone che si incontrano per caso, sia altrettanto significativo della loro causa o del perché quelle due persone si trovassero nello stesso posto allo stesso tempo. La sincronicità consente la causalità futura ed è più interessata allo scopo e al significato di un evento che alla sua causa.

Mi viene in mente come il poeta Robert Bly racconta la storia di Manolete, uno dei toreri più famosi della Spagna. Da ragazzo, Manolete era magro e fragile, un bambino spaventoso che si aggrappava alle corde del grembiule di sua madre ed era terrorizzato dai bulli nella sua scuola. Gli psicologi hanno spiegato la sua chiamata a combattere i tori come un meccanismo di compensazione, cioè stava cercando di dimostrare a se stesso e agli altri che era davvero un uomo coraggioso. Ma Bly sostiene che Manolete avrebbe potuto presumere che un giorno avrebbe dovuto affrontare locomotive da 2,000 libbre sul ring, il che gli avrebbe dato tutte le ragioni per avere paura da bambino.

I Laika sanno che la causa di un evento presente potrebbe effettivamente trovarsi nel futuro. Se percepiamo il tempo in questo modo, il nostro stress si riduce enormemente perché crediamo che sia la buona che la sfortuna facciano parte di un piano più ampio.

C'è una vecchia storia Zen che illustra questo punto. Un contadino aveva un cavallo, ma un giorno è fuggito, quindi il contadino e suo figlio hanno dovuto arare i campi a mano. I loro vicini dissero: "Oh, che sfortuna che il tuo cavallo sia fuggito". Il contadino rispose semplicemente: "Sfortuna, buona fortuna ― chi lo sa?"

La settimana successiva il cavallo tornò alla fattoria, portando con sé una mandria di cavalli selvaggi. “Che grande fortuna!” Esclamò i vicini, ma l'agricoltore rispose: “Buona fortuna, sfortuna ― chissà?” Quindi il figlio del contadino fu scagliato mentre cercava di cavalcare uno dei cavalli selvaggi e si ruppe una gamba. "Ah, tanta fortuna marcio", simpatizzavano i vicini. Ancora una volta, l'agricoltore rispose: "Sfortuna, buona fortuna ― chissà?"

Alcune settimane dopo, il re reclutò tutti i giovani nel suo esercito per prepararsi alla battaglia. Il figlio, con la gamba rotta, è stato lasciato a casa. "Che fortuna che tuo figlio non sia stato costretto ad andare in guerra!" Esclamò i vicini. E il contadino osservò: "Buona fortuna, sfortuna ― chissà?"

La padronanza del tempo non significa che non siamo in grado di mantenere i nostri impegni di presentarci in tempo per gli altri; piuttosto, siamo così perfetti Ayni che compariamo sempre al momento giusto. Padroneggiando il tempo, diamo all'universo l'opportunità di fare ciò che fa naturalmente, che è cospirare per nostro conto. Lasciamo andare la convinzione che dobbiamo manipolare il mondo che ci circonda e "assumerci la responsabilità" affinché la vita possa funzionare.

Uscire dal tempo lineare ci permette di entrare nel dominio senza tempo da cui l'universo sogna se stesso. All'interno di questo tempo sacro, possiamo trovare il destino più desiderabile per noi stessi e sceglierlo. E una volta fatto, possiamo facilmente cambiare il percorso che stiamo seguendo.

.



Translate »