Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Marzo 2016 08 - LA VISTA DELLA MORTE DI SHAMAN

LEGNO-POSTDa bambini, a molti di noi viene detto che per arrivare in Paradiso, dobbiamo essere buoni - e che se non lo fossimo, potremmo finire all'inferno. Questo concetto europeo di eterna ricompensa (o punizione) non esiste nelle culture indigene.

Lo sciamano capisce che dall'altra parte della vita c'è solo la vita; quella morte è semplicemente una porta attraverso la quale ognuno di noi deve passare per il nostro viaggio verso casa. La saggezza sciamanica ci dice che dopo la morte il corpo fisico ritorna sulla terra, la nostra conoscenza ritorna sulle montagne e la nostra essenza o anima ritorna alle stelle.

Abbiamo persino mappe per questo viaggio oltre la morte, che descrivono le tre fasi, o opportunità, per abbracciare la nostra natura luminosa.

Stage 1: Il cervello si spegne, il campo elettromagnetico creato dal sistema nervoso centrale si dissolve e il Campo di energia luminosa - noto anche come aura o anima - si disimpegna dal corpo. L'ottavo chakra avvolge gli altri sette chakra e forma un globo, che si stringe attraverso l'asse centrale del corpo luminoso per diventare di nuovo uno con lo Spirito.

Questo incontro con lo Spirito è stato descritto come l'alba in una mattina senza nuvole; uno stato di purezza primordiale; immenso e vasto. Se ci siamo preparati per questo momento prima della nostra morte, ci arrendiamo prontamente e ne siamo amorevolmente avvolti.

Stage 2: Le forze della natura si manifestano nella loro pura essenza e si fondono in sfere di energia. Abbiamo una seconda opportunità per riconoscere la nostra natura luminosa, per vedere che non siamo separati dalla luce abbagliante e dalle energie che ci circondano. Coloro che perdono questa opportunità possono sperimentare l'illuminazione brevemente, come un lampo di luce accecante, prima di tornare all'incoscienza.

Stage 3: Osserviamo che abbiamo ancora una forma, che siamo un uomo o una donna, che possiamo essere giovani e non affetti da malattie. Ma l'alba della coscienza è passata, e ora siamo nel crepuscolo del giorno. I colori non sono così nitidi o ben definiti, anche se la nostra consapevolezza è tremendamente accentuata.

Gli sciamani imparano il viaggio oltre la morte attraverso Spirit Flight (a volte chiamato esperienza fuori dal corpo in Occidente) e meditazione. Credono che sia importante imparare il percorso verso l'infinito ora, mentre abbiamo ancora un corpo a cui possiamo tornare. Le tradizioni orali degli indigeni abbondano di storie che descrivono le sfide che si potrebbero incontrare nel viaggio verso la luce.

Mentre queste mappe sono utili nella morte, sono più importanti per aiutarci a capire il mistero di essere vivi. Quando comprendiamo la continuità della vita per l'eternità, otteniamo la libertà. La morte cessa di perseguitarci e scopriamo un sé che dimora nell'infinito.

Guarda Alberto Villoldo parlare del "Journey Beyond Death: mappe sciamaniche verso l'aldilà", in questo replay webiniar. Clicca qui.

.



Translate »