Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or

Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

2017 Dec 05 — IL SESTO CHAKRA: IL PRIMO DEI CHAKRA DEL CIELO

Il sesto, settimo, ottavo e nono chakra sono conosciuti come Sky Chakra. Sono supportati dai Chakra della Terra, proprio come i rami di un albero sono supportati dal suo tronco e dalle sue radici. Attraverso i Chakra del cielo esploriamo domini sempre più sottili ed entriamo in un territorio meno familiare.

Quando io e il mio mentore stavamo mappando i domini dei Chakra del cielo, abbiamo identificato gli attributi corrispondenti a questi centri. Superare la morte è l'attributo del sesto chakra; la padronanza del tempo è l'attributo del settimo; invisibilità l'attributo dell'ottavo; e la capacità di mantenere un segreto è l'attributo del nono.

Il sesto chakra, o terzo occhio, si trova nel mezzo della fronte. Nelle tradizioni indù, si pensa che sia il terzo occhio di Shiva, che garantisce la conoscenza della verità perfetta e della non dualità. Il nome di questo centro in sanscrito è Ajnao "potere illimitato". In questo chakra otteniamo la consapevolezza di essere inseparabili da Dio, di essere esseri eterni che abitano un corpo temporale. Esprimiamo il divino in noi stessi e vediamo il divino negli altri. Le proprietà del sesto chakra sono:

elemento: Luce pura
Colore: Indaco
Aspetti corporei: Cervello, occhi, sistema nervoso
istinto: Verità
Aspetti psicologici: Ragione e logica, intelligenza, empatia, depressione, disturbi legati allo stress, negazione
Ghiandola: Ipofisi
Seme: Illuminazione, autorealizzazione
Espressione negativa: Delusione, nevrosi, inadeguatezza, convulsioni

Una persona con un sesto chakra risvegliato si rende conto che il sé autentico deve abbandonare la sua identificazione esclusiva con esperienze fisiche o mentali. Trascendiamo il corpo e la mente, tuttavia accogliamo entrambi nel campo della nostra consapevolezza. Quando iniziamo ad osservare la mente, possiamo entrare negli stati transpersonali. Seguiamo la mente con curiosità, ma senza essere assorbiti da essa. Il dubbio scompare quando superiamo la mente e il desiderio e il desiderio cessano di essere forze trainanti.

Attraverso il sesto chakra, entriamo nei regni della conoscenza che può essere vissuta ma non raccontata. Non è che questi regni si trovano al di fuori del dominio delle parole, ma piuttosto che l'esperienza è tutto ciò che c'è. Gli sciamani affermano che questo è un regno che non può essere trovato attraverso la ricerca, tuttavia, solo coloro che cercano possono trovarlo.

Quando il sesto chakra non funziona correttamente, l'individuo confonde le informazioni con la conoscenza. Sente di aver raggiunto grandi verità spirituali quando tutto ciò che ha è una raccolta di fatti. Il materialismo spirituale è una disfunzione endemica del chakra del terzo occhio. Questi individui esercitano spesso un grande potere e influenza nel mondo senza assumersi la responsabilità della sua gestione. Nel nostro mondo guidato dai media con il suo culto della celebrità, le energie del sesto chakra possono diventare distorte e provocare arroganza spirituale e auto-esaltazione.

Un terzo occhio risvegliato consente allo sciamano di sapere chi è. Gli dà la conoscenza del passato e del futuro e gli permette di immaginare destini alternativi. Alcune leggende riportano che coloro che risvegliano questo chakra possono persino raggiungere l'immortalità fisica. Non invecchiano più o cedono alle malattie, ma piuttosto sono in grado di mantenere la loro giovinezza, vitalità e forza. Tutti i desideri di uno con un terzo occhio risvegliato diventano realtà e se un certo numero di guaritori mantiene la stessa visione, diventa realtà per il pianeta. Le religioni native hanno praticato a lungo questa tradizione. Gli anziani degli Hopi e un simile consiglio di medicina Inka uomini e donne siedono in meditazione immaginando il tipo di mondo che vogliono ereditare dai loro pronipoti.

.



Translate »