Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Agosto 2017 01 - Il primo chakra

I cinque chakra inferiori, dalla radice alla gola, sono nutriti principalmente dalla Terra e noti come Chakra della Terra.

Immagina un albero le cui radici affondano nel terreno, attingendo sostanze nutritive dalla Terra e trasportandole sul tronco verso i rami più alti. Proprio come un fittone che raggiunge i luoghi umidi e ricchi della Madre Terra, il primo chakra ci fornisce nutrienti essenziali. Ci fonda ed è il fondamento su cui poggia il nostro sistema di energia luminosa. È anche la porta del femminile, che estende i filamenti luminosi lungo le nostre gambe nella biosfera. Le proprietà del primo chakra sono:

Elemento: Terra
Colore: Rosso
Aspetti corporei: Fondamento fisico; eliminazione di rifiuti; retto, gambe, piedi; testosterone ed estrogeni
Istinto: Sopravvivenza, procreazione
Aspetti psicologici: Alimentazione, riparo, sicurezza, capacità di provvedere a se stessi
ghiandole: Ovaie e testicoli
Seeds: Kundalini, abbondanza
Espressione negativa: Accaparramento, comportamento predatorio, violenza insensata, affaticamento cronico, trauma alla nascita, problemi di abbandono

Le pulsioni del primo chakra sono primarie ed istintive. Cerchiamo rifugio. Cerchiamo cibo. Ci sforziamo di sopravvivere anche nelle situazioni più avverse. Noi procreamo. Questi impulsi sono istinti fondamentali. Allo stesso modo in cui possiamo trattenere il respiro ma non possiamo comandare al nostro corpo di smettere di respirare, non possiamo scavalcare il nostro istinto per sopravvivere.

Questo centro di energia corrisponde ai primi sette anni di vita. I traumi vissuti in questi primi anni, tra cui la nascita e il trauma prenatale, sono registrati in questo chakra, formando complessi psicologici che bloccano lo sviluppo successivo.

Un primo chakra sbilanciato si manifesta in sentimenti di scarsità e mancanza. Anche quelli che hanno molto possono temere la perdita dei loro beni e costruire recinti per proteggere ciò che possiedono dai loro vicini. La coazione a mangiare troppo o accumulare denaro o giocattoli è una delle espressioni negative dell'istinto alimentare. Non possiamo mai avere abbastanza per soddisfarci.

Un individuo che opera dal primo chakra è in uno stato di fusione primaria con il mondo. È assorbito dai sensi e coinvolge esclusivamente il mondo materiale. Crede che il mondo gli debba qualcosa e che coloro che lo circondano dovrebbero riconoscere che è speciale. Diventa egocentrico e narcisista. Non può sperimentare l'amore autentico perché non può mettersi al posto di un altro; non è in grado di "camminare per un miglio nei mocassini di un'altra persona".

Con un chiaro primo chakra, la mentalità della scarsità scompare. Arriviamo a renderci conto che non manca nulla e che viviamo in abbondanza. Ma la comprensione intellettuale non è sufficiente, dobbiamo sapere con ogni cellula del nostro corpo che siamo curati e sostenuti dall'Universo.

Testosterone ed estrogeni sono gli ormoni associati al primo chakra. Studi di laboratorio dimostrano che il testosterone suscita due risposte primarie nel maschio umano: sesso e aggressività. Quando alle donne vengono somministrate iniezioni di testosterone si lamentano di non poter smettere di pensare al sesso. Uno squilibrio nel primo chakra può esacerbare gli effetti del testosterone, inducendo un uomo a confondere i due impulsi istintuali di questo ormone. Quando ciò accade, inizia a ferire la donna che ama e alla fine distrugge l'intimità nella sua relazione d'amore. L'estrogeno, che viene prodotto dalle ovaie, provoca potenti sentimenti di nutrimento, desiderio di relazione e accoppiamento. Gli squilibri nel primo chakra possono sfociare nella schiacciante preoccupazione di una donna per la sicurezza nella sua relazione a costo della sua autonomia.

Le culture tribali eseguono riti di passaggio del primo chakra per celebrare l'arrivo di un giovane nella virilità o nella femminilità. La cerimonia incoraggia i giovani a rilasciare i legami dei genitori che lo tengono a sua madre e suo padre. Durante la cerimonia, il giovane rivendica la Terra come la madre che non lascerà mai lui e il Cielo come il padre costante, affidabile e duraturo. Questo assicura che il giovane continuerà a essere genitore, ma ora con poteri maggiori della madre e del padre biologici. Il giovane è ora in grado di partecipare a cerimonie e offerte al Cielo e alla Terra, mantenendo quindi una connessione cosciente con questi genitori cosmici. Mancando questi riti di passaggio nella pubertà, gli occidentali sono orfani spirituali. Lottiamo per tutta la vita sentendoci senza madre e senza padre, e in seguito scopriamo che non sappiamo come essere genitori affidabili.

Esistono notevoli attributi positivi del primo chakra. I suoi istinti di sopravvivenza assicurano la continuazione della specie: ci spingono ad accoppiare e dare alla luce i bambini e consentono agli esseri umani di perseverare nelle condizioni più avverse. In sanscrito viene chiamato il primo chakra muladhara, che significa "fondamento". La nostra casa energetica deve essere costruita su una base solida. Nello yoga, questo chakra è pensato come la casa dell'energia della Kundalini. Il suo simbolo è un serpente a spirale addormentato alla base della colonna vertebrale.

Per lo sciamano, questo è il primordiale serpente che ingoia la propria coda, Ouroborose raffigura uno stato inconscio di autoassorbimento. Per i popoli amazzonici questo potere è rappresentato dal Sachamama, il boa d'acqua. In Nord America, è illustrato dal serpente a sonagli. Mentre cancelliamo le impronte all'interno del primo chakra, l'energia della Kundalini viene risvegliata. Il serpente primitivo si snoda e la sua energia femminile sale attraverso i chakra. Gli sciamani nelle Americhe, in India e in Tibet credono da tempo che è attraverso il potere del primordiale femminile che tutte le creature si muovono, vivono, procreano e prosperano. Non sorprende che il serpente sia stato quello di portarci il frutto dell'albero della conoscenza nella Genesi. La sua energia, che giace dormiente in ognuno di noi, è l'energia della Terra e il battito del cuore del pianeta madre.

.



Translate »