Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Marzo 2017 14 - La Laika e la conquista

Nel 1950, un gruppo di estranei vestiti in modo colorato si avvicinò al raduno annuale di sciamani ai piedi di una montagna sacra nelle alte Ande del Perù. La gente del posto osservava i loro poncho e riconosceva i segni di un antico lignaggio di sommi sacerdoti. Erano i Laika, conosciuto anche come Earthkeepers - gli uomini e le donne di medicina pensavano di essere svaniti dopo il tempo della Conquista.

I Laika erano i custodi di inestimabile saggezza, noto come le quattro intuizioni. Questi insegnamenti sostenevano che tutta la creazione - la terra, gli umani, le balene, le rocce e persino le stelle - era fatta di vibrazioni e luce: non esisteva nulla di percepito come materiale, se non come un sogno che gli umani proiettavano sul mondo.

La Laika si rese conto che la conoscenza della capacità degli esseri umani di manifestare i nostri sogni, ciò che gli sciamani chiamano "sognando il mondo in essere,"Era tremendamente potente e poteva essere facilmente abusato da coloro che non avevano etica. Quindi, hanno nascosto quella conoscenza agli estranei e alla maggior parte dei loro popoli indigeni.

Nonostante la loro cautela, i Laika furono bollati come streghe e stregoni dai conquistatori spagnoli, che li perseguitarono, imprigionarono, torturarono e li uccisero senza sosta. (La loro saggezza era considerata così pericolosa e minacciosa per la Chiesa cattolica che anche dopo che il cappello dell'Inquisizione spagnola si era chiuso in qualsiasi altra parte del mondo, la Chiesa ha mantenuto attivo l'ufficio dell'Inquisizione peruviana a Lima, in Perù, fino al 1820.)

Coloro che sono riusciti a sfuggire all'epurazione sono fuggiti sulle Ande, dove si sono separati dal resto dell'umanità - la loro reputazione è stata così completamente rovinata dagli spagnoli che, ancora oggi, il nome Laika è associato alla stregoneria.

Dopo aver attentamente custodito le loro conoscenze per centinaia di anni, nel 1950, questi sciamani uscirono dall'isolamento e condividevano le quattro intuizioni per aiutare l'umanità a sopportare i difficili cambiamenti che sapevano arrivare e dare vita a un mondo migliore.

Diversi decenni dopo, per fortuna o destino, ero uno dei pochi non nativi preso nell'ovile dei Laika e iniziato nella loro discendenza vicino alla città Inka di Cusco. Non è mai stata mia intenzione entrare a far parte di questo lignaggio - come antropologo medico, mi interessava solo studiare le pratiche di guarigione degli sciamani.

Il mio mentore, don Antonio, era un uomo dalle molte vite: durante il giorno era professore universitario; la sera, un maestro di medicina. Sebbene fosse un discendente degli Inka, la cui cultura era maschile e militaristica, il suo sistema di credenze rievocò gli insegnamenti dei Laika, quando fu riconosciuto l'aspetto femminile del divino.

Una volta gli dissi che mi sentii fortunato a trovarlo, e lui disse: "Cosa ti fa pensare che mi hai trovato se la Chiesa non ci avesse trovato negli ultimi 500 anni?"

Attraverso le scoperte della fisica quantistica, il mondo ha capito che tutta la materia è densamente densa di luce, a dimostrazione della comprensione dei Laika secondo cui la vibrazione e la luce possono organizzarsi in mille forme e forme. Questa saggezza ha permesso loro di spostare giganteschi massi ai lati delle montagne, come richiesto per costruire le città Inka tra le nuvole.

La Bibbia ci dice che la nostra fede può spostare le montagne, ma abbiamo dimenticato che abbiamo la capacità di farlo. Le quattro intuizioni ci insegnano che la prima montagna che dobbiamo spostare è quella che blocca la nostra percezione della nostra natura luminosa.

Il mio libro, Le quattro intuizioni, descrive ulteriormente gli insegnamenti di saggezza dei Laika.

.



Translate »