Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or

Chiamateci adesso
(877) 892-9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Ottobre 2018 16 —La natura dei pensieri

I pensieri sono diversi dalle idee: un'idea è quando ti viene in mente di andare al negozio o frequentare una lezione di yoga, mentre un pensiero è l'incessante chiacchiere cerebrale che si accende nel momento in cui ti svegli. I pensieri sono spesso prolissi: Se vado al negozio ora, non avrò abbastanza tempo per fare la mia lezione di yoga, e poi so che sarò fuori posto, quindi forse dovrei andare prima allo yoga. Oppure un pensiero può essere un giudizio: Quella lezione di yoga è troppo dura.

A differenza delle idee, che sono fresche e originali, i pensieri sono ricordi che sono innescati da qualcosa nel presente. Ad esempio, se senti l'odore di una rosa, sei lì nel momento profumato, non ti tiri indietro per pensare al profumo. Eppure non appena pensi che sia rosa o rosso, stai facendo un'associazione con qualcosa che hai imparato, rimuovendoti così dall'esperienza. Quando non c'è pensiero, c'è solo il profumo; quando i pensieri entrano in scena, perdi il momento.

In effetti, la maggior parte dei nostri pensieri sono ricordi mascherati di esperienze che si sono verificate nei primi anni della nostra vita, prima che nascessimo, o addirittura nelle vite precedenti. Quando eravamo bambini, ci mettevamo tutto in bocca e assaporavamo il mondo. Più tardi abbiamo giocato per ore nella sandbox o con i nostri giocattoli e ci siamo persi nei sogni ad occhi aperti. Poi intorno all'età di sette anni, i pensieri iniziarono ad apparire in vigore: iniziammo ad acquisire un senso di sé e scoprire dove finimmo, e il mondo iniziò. Non eravamo più assorbiti dal regno del tatto, del gusto, dell'olfatto e del tatto. Prima di allora non avevamo pensieri, solo esperienze. Successivamente, le nostre esperienze autentiche sono diventate sempre meno fino a quando, nella nostra vecchiaia, siamo perseguitati da pensieri continui di ciò che una volta era.

Ogni pensiero che rimbomba nel tuo cervello è un riproduzione di un dramma in cui eri la vittima, il soccorritore o l'autore. Fermati un attimo e ascolta: a cosa stai pensando proprio in questo momento? Ricorda che i pensieri non sono originali, brillanti o creativi: lo sono il tuo istinto, le idee e la capacità di sognare.

Troviamo impossibile pensare fuori dagli schemi perché i pensieri sono la scatola. E quando ci identifichiamo con i nostri pensieri, subiamo un caso di identità errata. Non sono i miei pensieri, li ho semplicemente, allo stesso modo in cui non sono la mia macchina, la mia casa o i miei vestiti (anche se ho anche quelli). E sappiamo in che tipo di guai ci troviamo quando crediamo di essere la nostra macchina, la nostra casa o i nostri vestiti; e proviamo a risolvere un problema acquistando la moda Chanel o un nuovo set di mazze da golf.

I pensieri sono come polvere che si deposita sulla nostra pelle durante un lungo viaggio, formando una spessa crosta. Dopo un po 'iniziamo a strofinare un punto crudo per scendere a noi stessi. Quello che dobbiamo fare è smettere di asciugare la polvere in alcuni punti qua e là, come facciamo con la terapia, ed estrarre la manichetta antincendio per lavare via tutto. La Laika ha sviluppato pratiche energetiche che compiono questo in brevissimo tempo, cancellando le impronte del nostro passato che vengono incise nel nostro campo di energia luminosa.

Fai una pausa per un momento e diventa consapevole di come appaiono e scompaiono i tuoi pensieri, senza identificarti con loro. Chiudi gli occhi e osserva i tuoi pensieri come se fossero nuvole che si formano in un cielo vuoto e poi si dissolvono di nuovo. Non inseguirli o cercare di fermarli o controllarli, semplicemente osservali. Nota come dopo qualche istante ti sei allontanato da una catena di pensieri e hai completamente dimenticato la tua osservazione.

Fai un respiro profondo e assisti ancora una volta alla raffica di pensieri che corrono attraverso il cielo vuoto della tua consapevolezza. Non cercare di controllarli, perché è quando appare la mente, desiderosa di "risolvere" tutti i problemi che può. La mente prospera nel conflitto: quando fermi quello dentro di te, la mente scompare, i pensieri si sciolgono e solo il salvia resti.

La mente ha paura che scoprirai che non esiste, e desidera ardentemente che tu presti attenzione ad esso e lo valuti. Ma una volta che scoprirai il saggio, ti toglierai la polvere da mille vite e rimarrai con la pelle morbida del bambino attraverso la quale sperimentare il mondo. Avrai perso la testa e tornerai in te.

.



Translate »