Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Ottobre 2017 03 - La pratica del non giudizio

Il non-giudizio è una pratica chiave in La via dell'eroe, la prima di quattro intuizioni che erano attentamente custodite dagli antichi uomini e donne di medicina delle Americhe. Questi Earthkeepers hanno usato la loro padronanza delle intuizioni per curare le malattie, eliminare la sofferenza emotiva e far crescere nuovi corpi che invecchiano e muoiono in modo diverso.

La prima intuizione si chiama The Way of the Hero perché i guaritori più efficaci riconoscono che una volta erano profondamente feriti, e come risultato della loro stessa guarigione, hanno sviluppato compassione per gli altri che stanno soffrendo. Chi meglio di qualcuno che è stato "lì, lo ha fatto" per aiutare gli altri a lasciar andare giudizi ed etichette ... e concentrarsi sulla guarigione.

Per praticare il non-giudizio, dobbiamo trascendere le nostre convinzioni limitate, anche quelle riguardanti le nostre idee su giusto e sbagliato. Diamo un senso al mondo giudicando le situazioni come destra, Wrongs, buona, or male, secondo le regole definite dalla nostra cultura, che conosciamo come il nostro codice morale. Ma un Earthkeeper is amorale - notare che non lo sono immorale, semplicemente non sono governati dai costumi. Credono che sia importante lasciar andare questo tipo di giudizi e mantenere la loro capacità di discernere.

Quando pratichiamo il non-giudizio, ci rifiutiamo di seguire automaticamente le opinioni degli altri. In tal modo, iniziamo ad acquisire un senso di etica che trascende i costumi del nostro tempo. Ciò è particolarmente importante in una società costantemente bombardata da immagini della realtà filtrate attraverso un supporto elettronico sempre presente, in cui i nostri valori - libertà, libertà, amore e simili - si riducono a suoni e banalità vuote. Quando ci rifiutiamo di colludere con il consensuale, otteniamo una prospettiva diversa. Scopriamo ciò che la libertà significa per noi, personalmente - e che è più che poter scegliere una determinata auto in un lotto di vendita o un pasto da un menu.

I nostri giudizi sono ipotesi basate su ciò che abbiamo appreso e detto. Ad esempio, molti di noi colludono con la convinzione che il cancro sia sempre una malattia mortale, quindi se il nostro medico dice che ce l'abbiamo, diventiamo terrorizzati. Tuttavia, quando pratichiamo il non-giudizio, respingiamo la convinzione automatica che ciò significhi che dovremo combattere per la nostra vita. Non etichettiamo le nostre possibilità di sopravvivenza buono or cattivo, o valutare il nostro recupero in termini di percentuali, perché ciò trasformerebbe il nostro destino in statistiche. Invece, affrontiamo il problema dal più alto livello di percezione noi possiamo. Ci permettiamo di abbracciare l'ignoto, insieme alle sue illimitate possibilità.

Ho una conoscenza personale di diversi casi in cui una diagnosi di cancro consegnata in un giorno è stata trovata per errore giorni dopo, dopo l'aspirante paziente si rifiutava privatamente di colludere con una potenziale condanna a morte. Le nostre storie non influenzano solo ciò che proviamo per le cose, ma anche il mondo "reale" là fuori - in questi casi eventi di guarigione che erano già accaduti!

Possiamo sempre creare una storia mitica attorno al nostro viaggio, una che ci aiuterà a crescere, imparare e guarire. Alla fine, potremmo non essere in grado di modificare una diagnosi, ma potremmo semplicemente guarire le nostre anime e finalmente iniziare a imparare le lezioni che siamo venuti in questo mondo per ottenere. Forse per rallentare e apprezzare le persone che ci circondano; lasciar andare un'esistenza che stiamo attraversando il sonnambulismo perché ci siamo convinti che è il nostro destino; o, dal punto di vista di colibrì, la diagnosi può servire da campanello d'allarme per apportare le modifiche che abbiamo evitato.

Quando non giudichiamo una malattia o non ci permettiamo di rimanere bloccati nella paura mortale che moriremo, troveremo più facile percepirla da un livello superiore e scrivere una storia mitica. Quando pratichiamo il non-giudizio, non abbiamo più malattie: abbiamo opportunità di guarigione e crescita. Non abbiamo più traumi passati - abbiamo eventi che hanno affilato i nostri confini e plasmato chi siamo oggi. Non rifiutiamo i fatti, rifiutiamo l'interpretazione negativa di essi e la storia traumatica che siamo tentati di intrecciare attorno a loro. Quindi creiamo una storia di forza e compassione basata su questi fatti.

.



Translate »