Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Febbraio 2019 19 —Il magro sul grasso

Se sei un lettore regolare di questo blog, ormai sai che ciò che mangiamo gioca un ruolo enorme nella capacità del nostro corpo di eliminare le tossine e far crescere nuove cellule sane. Ma sapevi che la maggior parte delle calorie dovrebbe provenire dai grassi? Quando si mangia una dieta ricca di grassi e “a buon mercato” con carboidrati senza proteine ​​in eccesso, si entra in nutrizione chetosi, quindi il tuo corpo brucia i grassi per il carburante anziché il glucosio.

Anche se non sei particolarmente interessato a perdere peso, vuoi che il tuo corpo funzioni principalmente con i grassi. Puoi aiutare il processo aggiungendo grassi buoni alla tua dieta, come olio di cocco, olio d'oliva, avocado e così via. Ma non vuoi che tutti i tuoi grassi provengano da queste fonti esterne.

Il tuo corpo, nella sua grande saggezza, non ti permetterà di bruciare le tue riserve di grasso fino a quando non elimini le tossine che il corpo immagazzina lì. Queste tossine possono includere residuo di mercurio proveniente dalle tue otturazioni dentali (e di tua madre), pesticidi nel cibo che hai mangiato da bambino, piombo dai tubi di approvvigionamento idrico di casa tua o che arrivano dalla strada e alluminio da pentole o foglio di alluminio con cui hai cucinato.

Se sei come la maggior parte delle persone, ci vorranno alcuni giorni affinché il tuo corpo ricordi come bruciare i grassi, poiché probabilmente hai usato il tuo motore metabolico sugli zuccheri per molto tempo. Ma una volta accesi i forni brucia grassi, noterai che la nebbia del cervello inizierà a schiarirsi, la tua massa muscolare aumenterà e inizierai naturalmente a perdere peso.

Man mano che i livelli di insulina diminuiscono e si riduce l'assunzione di proteine, ridimensionerai mTOR, ridurrai l'infiammazione e i tuoi livelli di leptina (l'ormone anti-fame) si stabilizzeranno, riducendo il tuo desiderio di cibo.

Quando passi ai grassi che bruciano, attivi i sistemi di riciclaggio delle cellule o l'autofagia. L'autofagia è il sistema di raccolta dei rifiuti nel corpo. E per molti di noi che hanno seguito una dieta ricca di zuccheri, i bidoni della spazzatura dentro di noi sono in sciopero da molti anni. Di conseguenza, i rifiuti cellulari si sono accumulati all'interno e all'esterno delle nostre cellule e le proteine ​​scomposte non sono state riciclate.

Quando aggiungi più grassi sani alla tua dieta e riduci i carboidrati e le proteine ​​trasformati avrai tre incredibili benefici misurabili. Il primo è che si attiva la produzione di nuovi mitocondri, le fabbriche di carburante in ogni cellula del tuo corpo.

Il secondo vantaggio è che aumenti i livelli di fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), che attiva la produzione di cellule staminali all'interno del cervello. Riduce anche i livelli di una proteina che promuove la morte, BAX, associata ai neuroni che muoiono nel cervello. Questo può essere importante per prevenire l'Alzheimer e altre forme di demenza.

Infine, e forse più importante, ridurre i carboidrati e le proteine ​​accenderà i geni SIRT-1: queste proteine ​​della longevità silenziano i geni che creano la malattia e svegliano i geni che creano salute. Mi piace pensare alla famiglia di geni SIRT-1 come ai geni dell'immortalità. E sono attivi solo quando si mangia una dieta a basso contenuto di carboidrati e a basso contenuto di aminoacidi. In un ambiente ad alto contenuto di carboidrati e proteine, i geni SIRT-1 diventano silenziosi.

La chiave per ricevere tutti i benefici che ho appena descritto non è solo mangiare più grassi - come avocado e olio di cocco, olio d'oliva e burro nutrito con erba che usi per preparare e migliorare i tuoi pasti - ma bruciare il tuo grasso attraverso chetosi.

Servire i grassi ad ogni pasto! E ricorda, anche se i grassi si abbinano perfettamente con le verdure, un modo sicuro per ingrassare è quello di aggiungere amidi e zuccheri; inoltre, aumenterai il colesterolo cattivo.

(Estratto dal prossimo libro del Dr. Alberto Villoldo, Grow a New Body <link per incorporare qui>, disponibile per il preordine ora.)

.



Translate »