Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

Novembre 2016 15 Trasformando le nostre ferite in fonti di potere

BLOG 15-11-16-3Molte persone raggiungono la vecchiaia portando ancora il bagaglio dei traumi infantili. Come sarebbe diversa la vita se capissero che siamo gli autori delle nostre storie - e possiamo cambiarli in qualsiasi momento! Possiamo gettare le storie del nostro passato, proprio come un serpente le fa cadere la pelle. Nel processo, cessiamo di essere una vittima di ciò che ci è accaduto, e invece abbiamo il potere di scrivere la nostra coraggiosa storia di forza, guarigione e bellezza.

Le nostre storie personali sono solo miti, non lo sono us. La sofferenza si verifica quando crediamo che quei miti siano veri - sia che li abbiamo creati noi stessi o che qualcun altro l'abbia fatto per noi, li confondiamo per la realtà. Quando scartiamo quelle storie, ci liberiamo di esplorare il mistero di chi siamo veramente e delle altre persone nella nostra vita.

Le nostre storie sono così potenti e convincenti che si interiorizzano e si depositano nel nostro tessuto muscolare come memorie cellulari. Incarniamo l'immagine di chi siamo nel modo in cui camminiamo, parliamo e ci comportiamo - e le persone ci rispondono come tali. E ci ritroviamo a ripetere lo stesso dramma ancora e ancora, con diversi lavori, partner e amici.

Ci aggrappiamo ai nostri racconti perché ne traggiamo qualche beneficio, anche quando ci causano sofferenza. Spesso, il vantaggio è un falso senso di sicurezza e scopo: quello della figura dell'autorità saggia, del ribelle creativo o del genitore che nutre. Ma cosa succede quando andiamo in pensione o quando i bambini crescono e escono? Dovremo creare una nuova identità per noi stessi a quel punto, e può essere spaventoso perché non sappiamo se troveremo un'identità che ha significato per noi.

Quando lasciamo cadere i caratteri limitanti con cui ci identifichiamo, insieme alle convinzioni che questi personaggi ritengono veri, i nostri personaggi diventano ciò che fare, ma non sono ciò che noi sono.

Possiamo continuare a svolgere le funzioni di genitore, figlio, infermiere, venditore, agente immobiliare o pensionato ed essere immensamente efficaci in ciascuna di queste attività. Possiamo essere nel mondo ma non posseduti da ciò che alla fine non è importante.

Quello che segue è un semplice esercizio per svelare le corde energetiche che ci tengono legati a un ruolo particolare. È meglio farlo in silenzio da un fuoco, ma può anche essere fatto a lume di candela al chiuso. Avrai anche bisogno di stuzzicadenti, una penna e strisce di carta.

Innanzitutto, su ogni striscia di carta, scrivi il nome di un personaggio che interpreti nella tua vita. Assicurati di includere almeno 20 ruoli, tra cui, ad esempio: madre, figlio, padre, fornitore, infermiere, guaritore, guarito alcolizzato, amante, amico comprensivo, poeta, persona che sta cercando di smettere di fumare, e tutti gli altri che trovi.

Quindi avvolgi ogni pezzo di carta attorno a uno stecchino e usa il respiro per "soffiarvi" la tua intenzione di rilasciare quel ruolo. Quindi tieni lo stecchino sul fuoco e guardalo bruciare. Tieni ogni bastoncino in fiamme il più a lungo possibile senza essere cantato. Mentre ogni bastone avvolto è ardente, immagina di liberare il futuro di quel personaggio fino a quando non si estingue, fino a quando non sarai più madre, figlio, uomo o donna. In tal modo, scoprirai le corde energetiche che ti tengono legato a quel personaggio.

Il miglior motivo per eliminare le tue storie è perché non puoi mai guarirti all'interno della tua storia. Puoi solo rassegnarti ad accettare il destino della vita che ti è stato attribuito nella sceneggiatura, e poi condannarti alla sofferenza scritta nel dramma. La tua anziana madre non smetterà mai di essere subdola e i tuoi figli ingrati continueranno a ignorarti. Ma quando crei una storia epica per te stesso, la guarigione e la trasformazione informeranno il tuo mondo psicologico e fisico.

Se hai intenzione di girare filati sul tuo percorso di vita, rendili grandiosi, nobilitanti. È meglio vedersi come un viaggiatore coraggioso che ha fatto una fuga straziante e straziante che le ha insegnato a fidarsi del suo istinto, piuttosto che vederti vittima di un tradimento che ha perso tutto il valore di un persecutore crudele e ora non può fidarsi degli uomini .

Anche le storie di potere che userete per sostituire quelle vecchie e oppressive rimarranno semplici mappe dei sentieri. Ti aiuteranno a navigare attraverso la vita e scalare la montagna, ma non sono la montagna stessa.

Scopri di più su come eliminare le storie di potere che non ti servono più nel mio libro, Le quattro intuizioni.

.



Translate »