Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or

Chiamateci adesso
+877 (892) 9247

or
OTTIENI ALTRE INFO

2017 settembre 26 - Guarigione attraverso la neurogenesi

Le neuroscienze sono diventate la nuova frontiera della scoperta scientifica. In una cultura in cui la scienza è venerata, la religione è discussa e la spiritualità è un concetto nebuloso per molti, la neuroscienza sembra mantenere la promessa di dare un senso alle nostre esperienze e comportamenti - una comprensione che ci sfugge nonostante molte decine di anni di psicologia e sociologia e molte migliaia di anni di religione e filosofia.

Gli sciamani affermano che tutti i problemi sono di natura percettiva. Questo non vuol dire che i nostri problemi non siano reali. Hanno una realtà, ma non è l'unica realtà e non deve essere la realtà primaria. Le neuroscienze ci offrono un nuovo modo di percepire una realtà che gli sciamani hanno sempre riconosciuto: l'interconnessione tra coscienza e materia. È questa percezione che ci aiuta non solo a comprendere i nostri problemi, ma a guarire noi stessi.

Comprendere la natura e la biologia della tua miseria personale non è tanto soddisfacente quanto liberarti dal sentimento e dalla percezione che la tua vita è stata e continuerà ad essere una lotta estenuante!

Negli anni '1990, il neurologo Peter Eriksson ha scoperto che il nostro cervello sperimenta la neurogenesi, cioè siamo in grado di far crescere nuove cellule cerebrali da cellule staminali neurali. Le cellule cerebrali che hai perso nei giorni in cui hai bevuto al college, o le cellule cerebrali che si sono perse a causa di lesioni o Alzheimer, possono essere sostituite. Allo stesso tempo, possiamo far crescere nuove reti neurali: strutture cerebrali che si formano quando le esperienze provocano il fuoco dei neuroni e comunicano tra loro attraverso strutture a forma di braccio chiamate sinapsi. Il sistema sinapsi funziona in modo efficiente per garantire che le informazioni viaggino rapidamente attraverso il cervello e il sistema nervoso.

Ma cosa succede se vogliamo che tali informazioni viaggino in modo diverso, lungo una nuova rotta a sostegno di nuove credenze e idee? E se vogliamo ricordare un evento passato non con paura e risentimento ma con compassione e orgoglio per aver superato un trauma? Possiamo iniziare a sostituire la vecchia rete neurale con una nuova e rafforzarla in modo che la vecchia sia ritirata per sempre.

Per supportare questo processo, dobbiamo impegnarci a cambiare i nostri schemi di pensiero. Ma come ha dimostrato la psicologia, questo non è un compito facile e richiede molta ripetizione. Le affermazioni possono rafforzare i nuovi sistemi di credenze. L'uso delle visualizzazioni per riqualificare i processi di pensiero può fare lo stesso. Tuttavia, ci sono altri modi per supportare la crescita di nuove cellule cerebrali e nuove reti neurali. Uno è esercitando alcune ore alla settimana, che aumenta una sostanza riparativa nel cervello chiamata BDNF (fattore neurotrofico derivato dal cervello). Il digiuno per un giorno o durante la notte per molte ore aumenta anche il BDNF. I nutrienti come la curcumina (nota anche come la curcuma delle spezie), il DHA (acido docosaesaenoico) e gli acidi grassi omega-3 aumentano il BDNF, così come la riduzione delle calorie. Questi sono mezzi fisici per aumentare la BDNF e migliorare il processo di neurogenesi. C'è anche un mezzo mentale per aumentarlo: la stimolazione intellettuale, specialmente se coinvolge nuove attività o è combinata con attività fisiche (ad esempio, muoversi in nuovi modi invece di fare esercizio fisico su un attrezzo nella palestra locale).

Ora, potrebbe esserci un mezzo spirituale per aumentare anche il BDNF? Gli sciamani e gli antichi indigeni hanno capito che le pratiche spirituali di meditazione e consapevolezza alterano il modo in cui pensiamo, percepiamo e sentiamo, non solo quando siamo nel momento di sperimentare l'equanimità, la calma e l'unicità con le forze della natura, ma anche quando passo indietro nella nostra vita ordinaria. Se nuove azioni fisiche e mentali aumentano il BDNF, ha senso che i cambiamenti nella percezione che sperimentiamo quando abbiamo una pratica spirituale regolare influenzano anche la nostra neurogenesi e il ricablaggio della rete neurale.

La ricerca ha dimostrato che il cervello degli individui che praticano la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza (MBSR) per appena mezz'ora al giorno nel corso di otto settimane mostrano cambiamenti nelle parti del cervello associate alla memoria, all'apprendimento e all'io emotivo -regolamento.

Per lo sciamano, non c'è separazione tra il corpo, la mente o lo spirito. Tutti gli approcci alla guarigione influenzano tutti e tre gli aspetti del nostro essere. Il pratiche consapevoli degli sciamani può essere la chiave per ricordare il passato con compassione anziché dolore, per apprezzare le intuizioni acquisite invece di rivivere la sofferenza che una volta abbiamo sperimentato.

Quando smettiamo di cercare il supplemento o l'esercizio magico, l'esperienza spirituale che curerà tutte le nostre sofferenze una volta per tutte, o la tecnica psicologica che offre una soluzione permanente a schemi di pensiero malsani, possiamo riconoscere il valore di tutti questi interventi e incorporali nel nostro piano di guarigione e reinvenzione.



Translate »